Durante i recenti blocchi per il COVID-19 in tutto il mondo è stato osservato un significativo miglioramento della qualità dell’aria. Per alcune settimane il mondo sembrava aver finalmente ridotto con successo l’inquinamento atmosferico.

Mentre le persone rimanevano a casa, i dati satellitari hanno rivelato molto meno inquinamento da biossido di azoto (NO2) su Cina, Italia e molte città europee. In Italia le emissioni di NO2 sono diminuite in particolare in alcune regioni del nord italia. Questo è avvenuto soprattutto al culmine della pandemia, quando il traffico stradale è diminuito in modo significativo.

È chiato che i blocchi non possono essere un modo permanente per ridurre l’inquinamento atmosferico. Anche prima dello scoppio della pandemia le città stavano cercando di trovare le giuste misure per combattere l’inquinamento atmosferico.

Per ridurre l’inquinamento atmosferico le città hanno utilizzato diversi metodi. Ma qual è l’effettivo risultato di ciascuna di esse sulla riduzione dei livelli di particolato, specialmente il NO2?

Quali sono le misure per ridurre l’inquinamento?

Uno dei principali responsabili dell’inquinamento è il traffico stradale, la principale fonte di emissioni di NO2. Le misure per ridurre questo inquinante atmosferico nelle città sono varie tanto quanto lo sono i tipi di trasporto stradale.

Ad esempio, i limiti di velocità e i semafori intelligenti ottimizzano il flusso del traffico. Ciò porta a meno “stop and go” e minor inquinamento atmosferico. Anche le auto e il trasporto merci elettrici giocano un ruolo rilevante,

Naturalmente, la riduzione dell’inquinamento atmosferico è legata molto a un maggiore uso di forme di mobilità più sostenibili e attive, come camminare e andare in bicicletta. Queste forme di spostamento hanno subito un particolare slancio in tempi di COVID-19.

Diverse città, diverse misurazioni

Ogni area urbana è unica. Pertanto, quando si pianifica di ridurre l’inquinamento atmosferico, ciascuna città deve essere esaminata e analizzata individualmente.

Come evidenziato in un nostro articolo, questo è esattamente ciò che ha fatto nel 2018 un team di ricercatori, denominato Air Pollution Control Task Force.

Il team ha esaminato come le diverse misure per ridurre l’inquinamento atmosferico avrebbero influenzato le emissioni di NO2 in quattro città tedesche: Ludwigsburg, Hannover, Heilbronn e Kiel. Lo studio è stato condotto da PTV Group e dall’istituto di ricerca olandese TNO.

I ricercatori hanno simulato volumi di traffico, emissioni e flusso di traffico einquinamento da NO2 in queste città nel 2019 e nel 2021.

Come è stato fatto lo studio sul NO2?

I ricercatori volevano sapere come cambia la qualità dell’aria quando vengono prese diverse misure per ridurre l’inquinamento atmosferico. Ad esempio, è stato possibile un confronto tra incentivi per i residenti ad acquistare auto meno inquinanti, rispetto al rinnovo “naturale” della flotta (ovvero il caso in cui alle persone non vengono forniti incentivi).

In ciascuna delle quattro città i ricercatori hanno sviluppato un modello per prevedere fattori quali: il numero di veicoli sulle strade; i diversi livelli di velocità; le emissioni dei veicoli; la diffusione di inquinanti atmosferici. Hanno utilizzato una varietà di strumenti di simulazione, tra cui i software di pianificazione dei trasporti PTV Visum e PTV Vissim.

Studio vs realtà

Impact of mesasures

Nel 2018, questo studio era predittivo. Ma ora, le previsioni fatte per il 2019 possono essere confrontate con i dati effettivi sulla qualità dell’aria dell’Agenzia federale tedesca per l’ambiente (UBA).

I dati effettivi hanno mostrato che ad Hannover e Heilbronn le previsioni dei ricercatori erano identiche ai valori effettivi misurati nel 2019.

A Ludwigsburg l’UBA non è stata in grado di fornire risultati comparativi. A Kiel, i risultati del 2019 differivano dalle previsioni, perché molte misure anti inquinamento sono state implementate solo durante il 2019.

Il dottor Uwe Reiter, che ha guidato lo studio per conto di PTV Group, ha affermato che è stato entusiasmante vedere che la previsione è stata convalidata da misure del mondo reale.

“Ciò indica che i nostri esperti possono prevedere con precisione gli effetti delle varie misure di controllo dell’inquinamento atmosferico. I calcoli basati su modelli scientifici forniscono alle autorità locali e ai responsabili politici una base preziosa per un processo decisionale informato”.

Il Dr. Reiter ha presentato i risultati dello studio in questo webinar scaricabile gratuitamente.

Crea una mobilità davvero sostenibile

Scarica una demo di PTV Visum e scopri tutti i modi in cui può aiutarti a pianificare la mobilità

Chi l'ha scritto

Spinta dalla visione che la mobilità può essere orientata al futuro, sostenibile ed efficiente per la nostra società, Kristina scrive sulle migliori pratiche internazionali che rendono le città vivibili e offrono soluzioni di mobilità intelligente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Name