Durante la pandemia da coronavirus la pianificazione degli eventi, dai concerti alle fiere, è diventata un tabù. Numerosi concerti, festival e eventi sono stati cancellati. Ma ora che le restrizioni sono state allentate è lecito chiedersi se sia possibile la pianificazione di eventi anche durante il covid, e quali misure di distanziamento sociale e sicurezza occorra adottare.

Recentemente, scienziati tedeschi dell’Università di Halle hanno organizzato un concerto di prova per studiare le modalità di diffusione del covid e per capire se i grandi eventi in spazi chiusi potrebbero essere nuovamente possibili. Anche il calcio e gli eventi sportivi stanno riprendendo, tra incertezze e proposte di aprire ad un pubblico di massimo mille spettatori. Persino alcuni eventi fieristici stanno riprendendo a partire da Settembre, alcuni in presenza e altri in forma mista, sia online che dal vivo.

Pianificazione di eventi e fiere: con quali regole?

A questo punto diventa fondamentale riflettere su com’è possibile far funzionare questi eventi. Si stanno studiando nuove modalità per gestire spettacoli teatrali e cinema; si pensa a concerti con pubblico limitato; si riflette già su come gestire eventi particolarmente caotici quali mercatini e fiere di Natale.

Le domande centrali nella pianificazione degli eventi durante COVID19 sono: quante persone possono partecipare a un evento? Come dovrebbero essere progettati gli ingressi e i percorsi? Come dovrebbero essere progettate e dimensionate le stanze comuni e le aree di attesa? Dove si formeranno i colli di bottiglia? Dove è necessario pianificare i tempi di attesa? E come si può garantire che non venga superato il numero massimo consentito di persone?

Jörg Uhlig, consulente di PTV Group spiega: “Con un software per la simulazione pedonale è possibile rispondere a tutte queste domande”. Parte del suo lavoro consiste nel consigliare e assistere gli organizzatori con le sue conoscenze specialistiche. Grazie a questo tipo di software è possibile considerare le regole di distanziamento sociale e di sicurezza rispettando le normative vigenti. È possibile identificare potenziali “hot spot”, come ostacoli o raggruppamenti temporanei di persone che causerebbero la violazione delle regole di distanziamento. Questo permette di ottimizzare gli ingressi e i percorsi all’interno dei locali dell’evento o fiera.

Una pianificazione eventi flessibile

La pianificazione di eventi è possibili anche in condizioni complesse e impreviste. Usa il software PTV Viswalk per pianificare eventi simulando il comportamento di pedoni e gruppi di persone nel rispetto del distanziamento sociale e delle norme sanitarie.

Chi l'ha scritto

Che si tratti di accessibilità pedonale, di trasporto pubblico o di logistica urbana - Petra è interessata a soluzioni che spostano persone e merci in modo sostenibile ed efficiente. Scrive di progetti di ricerca, logistica urbana e concetti di mobilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Name