Oggi, un’offerta sempre crescente di nuove soluzioni di mobilità sta arricchendo la gamma dei servizi di trasporto nelle nostre città. L’intero ecosistema della mobilità urbana sta diventando sempre più complesso. I cosiddetti “digital twins”, gemelli digitali delle città sono strumenti potenti per pianificatori e autorità per plasmare la mobilità urbana in modo sostenibile e gestirla in modo efficiente.

Come possiamo ridurre la congestione durante le ore di punta? Dove dovrebbero essere inserite nuove piste ciclabili? Come si può migliorare il trasporto pubblico? I nuovi fornitori di scooter elettrici potrebbero integrare efficacemente i servizi esistenti? Le città devono affrontare ogni giorno centinaia di decisioni importanti in termini di mobilità. Una replica digitale di una città o di una regione consente ai pianificatori di affrontare queste domande in un modello virtuale e di testare ogni possibile scenario. Questo li aiuta a mantenere la visione d’insieme, a prendere le giuste decisioni e abbassa i costi e il rischio di incidenti nel mondo reale.

Alla base di un gemello digitale ci sono dati e algoritmi . Nelle città ogni giorno vengono generati molti dati, ad esempio da sensori, telecamere del traffico o GPS.

Digital Twin of a city

“Noi di PTV utilizziamo vari tipi di dati. Dati sul traffico da tutte le modalità di trasporto, come automobili, camion o trasporti pubblici. Ma anche dati socio-economici come le aree di vita e di lavoro ”, spiega Christian U. Haas, CEO di PTV Group. “Affiniamo i dati, li alimentiamo con i nostri algoritmi e costruiamo un gemello digitale dettagliato e realistico della città”.

In questo ambiente virtuale è possibile modellare e pianificare tutti gli utenti della strada e le loro interazioni, nonché i servizi di trasporto pubblico. Nuove misure possono essere simulate e analizzate prima di implementarle in tempo reale. I pianificatori lavorano con i cosiddetti “scenari what-if”.

Un esempio: cosa succederebbe se i veicoli autonomi conquistassero le nostre strade? Come interagiranno con i veicoli convenzionali? Quali potenziali opportunità e rischi avrà questa nuova tecnologia per la pianificazione urbana e dei trasporti? Tutte queste domande possono essere affrontate nel modello mettendo i veicoli autonomi sulla strada virtuale.

Il gemello digitale: un “parco giochi” virtuale

Pianificatori e decisori possono esaminare questo futuro sconosciuto e definire misure appropriate in una fase iniziale. La capitale norvegese Oslo ha condotto uno studio di questo tipo per preparare la rete di mobilità cittadina per l’avvento dei veicoli autonomi.

“Le simulazioni sono una sorta di parco giochi digitale, in cui è possibile provare idee e concetti innovativi, che altrimenti potrebbero non essere mai testati nella realtà”, afferma Christian U. Haas.

Oltre a modellare e pianificare, i “digital twin” delle città possono essere utilizzati anche nella gestione del traffico . Combinando i modelli di traffico con i dati sul traffico in tempo reale, gli operatori del traffico ottengono uno strumento efficace per prevedere, ottimizzare e controllare il traffico e il trasporto.

Christian U. Haas spiega: “Con i nostri modelli e dati in tempo reale di alta qualità, sono possibili previsioni precise e complete per l’intera rete di traffico. Gli operatori possono prevedere il traffico imminente per i prossimi 60 minuti. Inoltre, in caso di incidente ricevono un supporto decisionale potenziato “.

Ad esempio, se si verifica un incidente, il sistema è in grado di dare diverse opzioni a possibili azioni come la chiusura della strada o la deviazione, per ridurre gli impatti negativi sulla rete. Ciò migliora il flusso e la capacità del traffico, ma aiuta anche ad aumentare la sicurezza stradale e ridurre le emissioni.

Modella la tua città

PTV Visum, il software di pianificazione del traffico leader a livello mondiale, consente di modellare la mobilità urbana in modo intelligente.

Chi l'ha scritto

Dalle forme di mobilità sostenibile come la bicicletta e la guida autonoma alla sicurezza stradale e alle strategie per l'ultimo chilometro: Steffi è sempre alla ricerca di nuove storie ed è affascinata dalla ricchezza di argomenti interessanti che la nostra mobilità ha da offrire ogni giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Name